Il treno come soluzione più efficace rispetto al trasporto aereo, soprattutto in emergenza Covid-19

Viste le crescenti criticità per le spedizioni aeree dalla Cina all’Europa, il trasporto su treno costituisce sempre più un valido complemento, soprattutto in questo periodo di emergenza. Questo scenario riguarda sì il trasporto di DPI – mai come ora di grande urgenza – ma in generale tutte le spedizioni import, che stanno risentendo dei rallentamenti via aereo.

L’uso delle ferrovie è attualmente la soluzione migliore, poiché il trasporto ferroviario non è influenzato dalle restrizioni associate all’epidemia di COVID-19.

I vantaggi del treno: partenze garantite ed economicità

I noli sono aumentati in misura considerevole, mentre la disponibilità per i voli aerei è calata di molto: è diventata norma aspettare infatti anche 10 giorni prima di imbarcare con il trasporto aereo.

In questo tweet di Eamonn Brennan, Direttore Generale di Eurocontrol, si vede bene la differenza del traffico aereo tra il 2019 e il 2020.

Il treno ci mette una media di 20 giorni tra Cina ed Europa, e diventa quindi molto competitivo in termini di transit time, oltre ad avere il costo molto più basso rispetto all’aereo.

In questo momento più che mai il servizio via ferrovia è un’ottima soluzione: tra l’altro, è aumentato sensibilmente il numero di partenze confermate.

Il nostro customer care è sempre attivo

Furlog continua a supportare pienamente tutti i ricevitori e gli spedizionieri nazionali e internazionali, monitorando attentamente la situazione.

Per ogni esigenza puoi contattarci al +39 059 6132066 oppure a info@furlog.it.