< INDIETRO
La Corte di Giustizia Europea boccia i costi minimi

I costi minimi dell’autotrasporto sono illegittimi: lo ha sancito stamattina la Corte di Giustizia Europea rispondendo in via pregiudiziale al Tar del Lazio dove sono pendenti da oltre due anni numerosi ricorsi, tra cui quello della Confetra e delle associazioni confederate.

Trasporto su stradaLa Corte di Strasburgo ha negato la correlazione tra costi minimi e sicurezza stradale che il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha finora caparbiamente sostenuto a difesa dell’83 bis del D.L. 112/2008.

Alla luce della sentenza, salta tutto l’impianto dell’83 bis e il Tar del Lazio dovrà invalidare i provvedimenti impugnati.

In attesa del pronunciamento del Tar, sarà opportuno che le imprese committenti coinvolte in controversie tariffarie producano in giudizio la sentenza della Corte di Giustizia.

Inoltre imprese committenti che abbiano eventualmente già definito i giudizi, potranno proporre azione per farsi indennizzare da chi si è indebitamente arricchito (art.2041 C.C.).

E’ opportuno sottolineare come i ricorsi al Tar del Lazio avessero ad oggetto i costi minimi fissati allora dall’Osservatorio, in seguito sciolto insieme alla Consulta di cui era espressione. Così, tanto i giudizi pendenti al Tar, quanto l’attuale sentenza della Corte UE fanno particolare riferimento a quelle delibere dell’Osservatorio, ma le motivazioni addotte per spiegarne l’illegittimità sono di carattere generale: la Corte infatti espressamente afferma che “Anche se non si può negare che la tutela della sicurezza stradale possa costituire un obiettivo legittimo, la determinazione dei costi minimi d’esercizio non risulta idonea né direttamente, né indirettamente a garantirne il conseguimento”.

E’ auspicabile dunque che il Ministero delle Infrastrutture voglia cogliere senza pregiudizi il senso di questa sentenza ed evitare di protrarsi di una situazione di totale illegittimità, assumendosene altrimenti tutte le inevitabili responsabilità, anche di natura patrimoniale.

VIA | Confetra.it

< INDIETRO